PAPASIDERO

Papasidero è un antico insediamento basiliano che possiede un centro storico con impianto tipicamente medievale, ben conservato, al quale vi si accede prevalentemente a piedi. Fuori dal paese, ai piedi del Monte Ciagola, si trova il sito preistorico Grotta del Romito, dove si può ammirare il Bos primigenius, incisione rupestre raffigurante un bovide, risalente a 12.000 anni fa; nel sito si trovano anche sepolture di coppie scheletriche risalenti a 9.200 anni fa, alle quali si aggiunge un ultimo ritrovamento di ossa di un giovane vissuto ben 14.000 anni fa. Di Papasidero si ha notizia per la prima volta in documenti Normanno-Svevi intorno al 1200. Esso è descritto come centro abitato cinto da mura e difeso da un castello. Il castello, con una sola torre semicircolare, si erge su uno sperone roccioso a strapiombo sul fiume Lao; costituisce il punto di raccordo di un'ampia cinta muraria, per lunghi tratti ancora visibile, nella quale si aprivano delle porte. Di probabile origine Longobarda, il castello costituiva un baluardo contro le scorrerie saracene molto frequenti tra il 994 e il 1044 a.C. Il nucleo originario del paese si formò, dunque, sotto i Longobardi, intorno all'anno Mille, dopo il declino dell'Impero Romano, nel clima di ripopolamento delle campagne, favorito dalla colonizzazione del monachesimo greco, i cui asceteri ormai da tempo punteggiavano tutta l'area del Mercurion, e dalle signorie immigrate dai territori Longobardi di Salerno. Tuttavia, più che i Longobardi, furono i nuclei monastici a coniugare egregiamente l'inserimento nel territorio con lo sviluppo del tessuto economico, sociale e demografico. Papasidero si fa tradizionalmente derivare dal greco papàs Isidoros (prete Isidoro), probabilmente il nome del capo di una comunità basiliana che viveva all'interno del convento di S. Stefano o di S. Angelo. Erano numerosi, infatti, i monasteri e le chiese bizantine che sorgevano sul suo territorio, tanto che rimase centro di rito e lingua greca fino al XIV-XV secolo.




 


Indirizzo via Municipio, n. 9
  87020 Papasidero (CS)
Telefono +39 0981 83078
Fax +39 0981 83107
Sito web http://www.comune.papasidero.cs.it/
 

 

Fuori dall’abitato di Papasidero, ai piedi del Monte Ciagola, si trova il sito preistorico Grotta del Romito, dove si può ammirare il Bos primigenius, incisione rupestre raffigurante un bovide, risalente a 12.000 anni fa. Nel sito si trovano anche sepolture di coppie scheletriche risalenti a 9.200 anni fa, alle quali si aggiunge un ultimo ritrovamento di ossa di un giovane vissuto ben 14.000 anni fa.



meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.


SCEGLI DOVE DORMIRE



mappa-header.png
MAPPA
IL TUO VIAGGIO PERFETTO







 


LASCIATI GUIDARE