/website/portalmedia/2017-05/PIZZO-CALABRO--Castello-di-Murat-(1).jpg  

Le Giornate Murattiane

L’evento culturale più importante organizzato a Pizzo, borgo fra i più caratteristici della Costa degli Dei, è rappresentato dalle “Giornate Murattiane”. Dedicate allo sbarco, l’arresto, la condanna e la fucilazione del Re Gioacchino Murat, l’evento, organizzato dall’Associazione Gioacchino Murat, è finalizzato alla conservazione e valorizzazione dei beni storici e culturali e alla diffusione della conoscenza della Storia. La Rievocazione storica ripercorre gli avvenimenti relativi agli ultimi giorni di vita di Gioacchino Murat, fucilato a Pizzo il 13 ottobre del 1815. Murat, re del Regno di Napoli dal 1808, nel 1815 tentò di riconquistare il trono di cui si erano riappropriati i Borboni organizzando una spedizione navale a Salerno. Era convinto che da Salerno potesse marciare su Napoli grazie all’appoggio di sostenitori locali. Una tempesta però non consentì lo sbarco in Campania, e la spedizione rovinò sulle coste calabresi nei pressi di Pizzo dove, dopo inutili tentativi di dialogo, fu arrestato, processato e fucilato. Con passione e competenza l’Associazione ha sviluppato dodici scene lungo cui si snoda la vicenda di re Murat, dallo sbarco alla fucilazione nel Castello a lui dedicato Gli eventi vengono rappresentati da due Gruppi storici in costume d’epoca e diversi figuranti. Il primo gruppo ricostruisce la Corte di Re Gioacchino Murat con annesso Corpo di Ballo storico dell'800, mentre il secondo ricostruisce il 5° Reggimento di Fanteria di Linea dell'Esercito Napoletano. La spiaggia, le strade del borgo e lo splendido Castello divengono set della Rievocazione, evento capace di attirare un pubblico attento, partecipe e appassionato.



 


 



mappa-header.png
MAPPA
CHE ESPERIENZA CERCHI?





 
meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.




GUIDA